Sensore elettrochimico, pioniere dispositivo di selezione embrionale

La ricerca promossa dall’Unità di Riproduzione HLA Vistahermosa, tenutasi per 10 anni dall’Istituto di Elettrochimica Applicata dell’Università di Alicante, ha dato origine alla creazione di un sensore in grado di misurare le possibilità di annidamento e sviluppo dell’embrione..

Cercare di individuare i criteri per selezione gli embrioni più idonei al trasferimento in funzione dei cambiamenti metabolici che si producono nel mezzo di coltura. Questo è stato l’obiettivo che ha spinto il centro ad iniziare questa ricerca e analizzare le proteine generate nel mezzo di coltura dell’embrione risultante da una fecondazione in vitro.

Per proseguire con questo progetto, l’Unità di Riproduzione HLA Vistahermosa si è alleata all’Istituto di Elettrochimica dell’Università di Alicante con cui ha creato un sensore elettrochimico in grado di rilevare le possibilità di annidamento e sviluppo evolutivo in base a determinati parametri metabolici.

Si tratta di un metodo semplice, pratico, economico, accessibile ed universale le cui elevate percentuali di successo permetteranno l’annidamento di un solo embrione ed evitare gravidanze gemellari. Con la creazione di questo dispositivo l’Unità di Riproduzione HLA Vistahermosa manifesta la sua permanente e grata collaborazione con le università della provincia di Alicante, vale a dire l’Università di Alicante e l’Università Miguel Hernández. È importante ricordare la significativa collaborazione con la Facoltà di Medicina della UMH che permette lo svolgimento di diverse attività docenti e di ricerca.

In questo momento, questo progetto di ricerca è in fase di commercializzazione per essere applicato nel mercato a breve termine.

Per saperne di più sul Progetto di Selezione Embrionale

Altre ricerche che abbiamo pubblicato

I sogni di sempre, più forza che mai.

Maggiori informazioni